Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Le prime dune della Dakar 2021

BISHA - WADI AD-DAWASIR

Trasferimento > 228 km - Speciale > 457 km

10 WP da timbrare

Dopo le difficili pietre di ieri, oggi le prime dune che si alternano dal giallo al bianco e grandi spazi aperti in un lungo fuoripista, ci si avvicina al grande deserto di sabbia. La speciale è più veloce, ma comunque lunga e sabbia soffice sulle dune.

 

 

Allo start si notano i primi ritiri, tra cui i francesi Pascal Bouchet (#66) ktm, Pascal Rauber (#72), Erick Blandin (#116), Willy Jobard (#127) e il colombiano Jhon Trejos (#120), getta la spugna anche l'americano Andrew Short (#7), mentre c’è anche chi è arrivato al bivacco di notte come Sara Jugla  (#102)e Alexandre Bispo (#118).

 

Ad aprire la strada della seconda tappa è l’australiano Toby Price (#3), ma riscontra subito difficoltà, sfortunato invece l'austriaco Matthias Walkner (#52), pilota ufficiale KTM, ha subito un problema tecnico al cambio e frizione nei primi chilometri che gli è costato ben 2 ore e 15 minuti di svantaggio.

 

 

Dopo essere stato in testa dal primo check point, Joan Barreda (#88) ha dominato la seconda tappa raccogliendo la sua 25esima vittoria nella tappa speciale, scalando la vetta della classifica generale, emulando così il suo connazionale Marc Coma, ma è il portoghese Joaquim Rodrigues #27 l'eroe numero uno, 7° nella seconda tappa, partecipa alla sua quinta Dakar con l’obiettivo di arrivare al traguardo per rendere omaggio al cognato  Paulo Gonçalves. 

 

 

Protagonisti di una battaglia molto serrata sono stati Daniel Sanders (#21), Adrien van Beveren (#42), Ricky Brabec (#01) e Ross Branch (#18) tutti nello stesso minuto.

 

Tra gli italiani prosegue la sua rimonta Maurizio Gerini (#142), anche oggi primo fra i connazionali, davanti a Franco Picco (#65), c’è un trio in sequenza che si accompagna per quasi tutta la tappa Angelo Pedemonte (#123), Giovanni Stigliano (#107) e Francesco Catanese (#90) migliorando nelle posizioni.

 

Photo RallyZone e ASO

sito di riferimento www.dakar.com 

 

Partner EventiMoto